moon_melies

Teatro, pubblico, laboratori, spettacoli, tecnologia, scrittura, scuola, social… sono tutte parole chiave che formano l’attività di Officine T.O.K.
T.O.K. è l’acronimo di Teatro Officine Karabosse.
Carabosse è la fata cattiva nel balletto La bella addormentata di Čajkovskij che originariamente prende il nome dalla fata cattiva nel racconto di Madame D’Aulnoy, La principessa Rosetta.
Il ruolo della fata cattiva in verità è nato come un gioco.
Ognuno di noi nella vita vuol essere il personaggio positivo, quella persona che nonostante le avversità ha un momento di riscatto, di rinascita, che è vittima e mai carnefice. Tutti noi abbiamo difficoltà a prendere coscienza dei nostri aspetti negativi, obbligando il nostro essere ad accusare l’esterno, sentendosi l’eterno eroe del giusto.
A noi piace pensare di poter rappresentare il dark side of the moon, il lato oscuro, quello che in noi non vogliamo mai vedere e di cui prendiamo consapevolezza con difficoltà.
Ma tutto questo come si colloca nel teatro? Tante volte semplicemente ponendosi come una voce che esce dal coro, l’immagine sfuocata, il pensiero che spesso si scontra con le grandi masse.
Officine T.O.K. non è certo un’associazione di rottura rispetto al panorama nazionale, ma si vuole porre solo con un altro punto di vista rispetto alla scena nazionale.
Lo standard linguistico sviluppato in questi anni e lo standard della messa in scena contemporanea non si allinea con i valori che hanno portato alla creazione del nostro percorso.
Quando ci avviciniamo al teatro pensiamo non solo all’arte, ma pensiamo alla possibilità di parlare a più persone. Farle scendere nella profondità del loro status emozionale, obbligandole ad una riflessione sulla nobiltà dei loro sentimenti.
Ci sembra fondamentale ripercorrere e portare alla luce moti emotivi che parlano di umanità.
Ci piace percorrere la qualità dei sentimenti, come il rispetto, l’amore, la comprensione e la fiducia.
Un recupero di un’educazione sentimentale che purtroppo abbiamo infangato accusandola di retorica. La domanda che ci poniamo è veramente semplice: la qualità dei sentimenti alti è diventata davvero una nota di demerito oggigiorno?
Come dei Don Chisciotte vogliamo definirci semplici, elementari, rozzi e folli.
Rozza è la semplicità, rozza è la bontà.
Ci piace l’umiltà degli intenti e la semplicità del pensiero.
Il dark side di oggi giorno.

Long you live and high you fly
And smiles you’ll give and tears you’ll cry
And all you touch and all you see
Is all your life will ever be.